Don’t stop RAI on GNU/Linux

Sinceramente odio la televisione, non come oggetto in sè, ma per quello che spesso riproduce.

A parte un film in DVD una volta a settimana, per me non esiste, ma nutre in me il desiderio di vedere BLOB dopo cena.

Peccato che a quell’ora non riesco a vederlo così, qundo tutti dormono, mentre spippolo solitario con la mia Debian mi lascio andare nel soddisfare queste mie voglie.

Lancio Iceweasel 35.0.1 e grazie all’addon RaiView 2.8.8 mi vedo su RAI Replay l’episodio della serata.

rai

Avviso per i caproni che scaricano la versione 2.8.8 che non funziona più
aptrite l’articolo e prelevate la versione 2.8.9 (poco sotto) che funziona

Download “RaiView-2.8.8_Kow.xpi_.zip” RaiView-2.8.8_Kow.xpi_.zip – Scaricato 281 volte – 46 KB

tutto bene finchè funziona, perché ogni tanto si cambiano le carte in tavola.

Non siamo ancora persi ! per i fanatici della Shell c’è un Jolly nella manica , RAINIX !!!

Le carte passano di mano ed ora è il nostro turno come mazziere.

Preleviamo RaiNix.txt e rinominiamolo RaiNix  e rendiamolo eseguibile per l’utente.

Download “RaiNix 2.6 (23/10/2016) codename : Mistero Buffo” RaiNixV26.txt – Scaricato 1161 volte – 28 KB

Apriamo la nostra console preferita ( konsole ) e lanciamo lo script.

$./RaiNix

eventuali dipendenze come dialog ffmpeg o smplayer vi verranno segnalate

puppamelo3

Un consiglio e settare a priori la qualità che va a braccetto con la richiesta dati della connessione.

Per le istruzioni pesco direttamente dal blog dell’amico Paolo che ha fatto un’ottimo lavoro e spero perdoni questo mio copia/incolla spudorato:

L’uso di RaiNix e’ molto semplice: lanciare lo script  con i comandi: ./rainix o sh -x rainix o bash -x  rainix e parte il flusso….Attenzione alla shell in uso nella propria distro Linux. Per esempio su Ubuntu usare bash -x rainix oppure ./rainix

Se il video dovesse andare a scatti, provare a ridurre la qualità video con l’apposita opzione a disposizione nel menu (17 Set Video Quality). Se ci fossero ancora problemi, si segnala che lo script si limita a reperire il link del flusso originale e metterlo a disposizione del player in uso. Poichè le variabili in gioco sono molte (dalla connessione, all’hardware video e player usato)eventuali malfunzionamenti su alcune distribuzioni Linux possono essere causate da vari fattori non facilmente individuabili.

Se si vuole registrare il flusso dopo averlo fatto partire, ridare il focus sulla finestra principale dello script(quando parte il player prende lui il focus)  e digitare il classico ‘ctrl +c‘. Si chiudono gli xterm del player e ne parte uno con ffmpeg che registra il flusso nella cartella didefault (/tmp/Rai). Ovviamente il percorso di destinazione può essere modificato nel codice dello script (riga 21dove è scritto Savedir=”tmp/Rai”).

Attenzione: si ricorda che l’uso della funzionalita’ di registrazione dei flussi sia di RaiNix che di altri noti strumenti è responsabilità esclusiva dell’utilizzatore finale e deve essere usata solamente per motivi personali di studio, senza ledere i diritti Rai.
Con ‘ctrl + \’ (Equivale ad un SIGQUIT) si chiude il tutto, oppure si esce seguendo i pannelli a ritroso.Tutto qui.
Come player si puo’ usare ffplay (di default nel codice e consigliato) oppure un altro player in grado di riprodurre lo streaming Apple Http (estensione m3u8). Nel codice, ffplay parte con l’opzione ‘-infbuf’ di default. Se la versione di ffplay usata non supporta questo parametro si puo’ togliere. Ne potrebbe soffrire solo un po’ la fluidita’.Nel codice è possibile modificare facilmente anche il player per le dirette radio (riga 20, modificare RadioPlayer=”smplayer” con “vlc” ad esempio). Per quanto riguarda laregistrazione (ctrl + c) funzionano sia le dirette live che i replay.I replay sono ottimi come qualita’. Le live vanno quasi tutte bene tranne Rai1/2/3.Usano un flusso che ffmpeg potrebbe in alcune versioni o distro Linux non riuscire a decodificare. 

Però le sorprese non sono di certo finite, infatti per firefox è sempre possibile vedere i canali RAI con una nuova versione.

Download “RaiView 2.8.9” raiwiew-2.8.9_Kow.xpi_.tar.gz – Scaricato 238 volte – 40 KB

i risultati eccoli qui e anche se nell’immagine è presente Iceweasel 35.0.1 i test hanno dato esito positivo anche la versione 36.0.1:

puppamelo5

 

Amici non disperate, sembra una storia senza fine quella degli utenti GNU/Linux e il portale RAI, una cosa che va avanti da anni (LINK), ma questa volta il blocco ha generato 2 soluzioni e qui mi vien da ridere perché ho un ricordo.

dragon

 

Se avete segnalazioni da fare i commenti del blog sono a vostra disposizione.

Astenersi troll,bimbiminchia e sterili “non funziona !” senza indicazioni utili.

Ghost Track

Qualcuno usa una Mega ricerca ?

Download “MegaDialog” MegaDialog.tar.gz – Scaricato 142 volte – 2 MB

Rispondi