A perfect media center : LibreELEC

Da tempo cercavo un media center libero per poter gestire il mio archivio (film,musica,foto) che mantengo sul NAS in rete e che potesse offrirmi anche qualcosa di più in streaming, ebbene dopo tanto tempo di ricerca e prove l’ho trovato : LibreELEC.

In origine più di 10 anni fa avevo cominciato con GeexBox, installato su un PC riciclato (p3-800) al quale per ridurre consumi e rumorosità avevo montato un banco disk-on-ram, in pratica un banco di memoria con attacco IDE e come telecomando un ATI remote wonder, successivamente lo avevo installato anche su una partizione del portatile ma il progetto non ha avuto uno sviluppo felice.

Poi con il tempo KODI ha avuto maggiore successo ed è stato proposto in diversi gusti tra cui OpenELEC,LibreELEC e altri, senza dimenticare che è possibile installarlo su diversi OS tra cui windows e linux in modo indipendente.

Terminiamo la storia e passiamo alla parte pratica.

Per fare il media center perfetto sono partito dal RaspberryPI B+ prima versione, single core e 256 MB di ram, non sufficenti per funzionare bene ma per fare i primi test poteva bastare, così convinto che il sistema fosse degno di fiducia ho acquistato un nuovo raspberryPI 3 con quad core e 1 GB di ram.

Per cominciare scarichiamo l’immagine giusta per il nostro supporto dalla pagina dei download, è possibile scaricare anche l’applicazione per diversi OS per poter installare l’immagine su SD, in alternativa le procedure classiche vanno benissimo

dd if=LibreELEC-x.x.x.img of=/dev/sdX bs=4M

o rufus per win.

In condizioni base si può attaccare con cavo HDMI il raspberryPI alla televisione e inserire una penna USB con il materiale da vedere/sentire, oppure se c’è disponibile una rete possiamo collegare il raspberry PI con wifi o cavo.

Il controllo può avvenire in diversi modi, metodo classico con mouse e tastiera sulle porte USB del PI oppure sfruttando la connessione wifi.

Per la connessione wifi io mi sto trovando molto bene con i dispositivi android sparsi per casa (smartphon e tablet) usando Kore  (Official Remote for Kodi)

Nel mio caso ho una rete strutturata e dalla LAN di casa accedo al NAS dove tra i 2 TB di materiale posso scegliere tra 250 video, 45000 audio e 25000 immagini, il tutto in modo semplice perché ho impostato i percorsi corretti nelle varie sezioni di Kodi (video,musica,immagini), tanto semplice che non uso neppure più le periferiche USB perché un’altro raspberryPI con rtorrent dopo che ha prelevato, sposta i file direttamente in una cartella dedicata sul NAS.

Arriviamo ora a parlare di streaming e video on demand, la sezione di addon è molto ricca ma vorrei soffermarmi su un addon in particolare : RAI on demand.

Haimè come per lo script RaiMovie anche qui qualcosa è cambiato così la versione ufficiale non funziona, è possibile scaricare una versione con fix dal forum ufficiale in attesa che la release corretta venga caricata.

Il servizio si appoggia come per RaiMovie al sito RaiPlay e con più di 800 titoli c’è roba per tutti, personalmente ho trovato molto interessante la parte di documentari musicali che spesso vengono proposti su RAI5 a orari che non tutti possono permettersi se alla mattina devono alzarsi presto.

Alla fine posso dire che la spesa per un raspberryPI 3 da usare come media center è stata giusta (70 €), perchè posso finalmente accedere facilmente al multimediale stando comodamente sul divano di casa e controllando senza telecomando ma direttamente dallo smatphone,  con l’impianto audio che è gestito separatamente dall’impianto stereo 4.1 ho l’home theatre servito.

NOTA:  Oltre a leggere tutti i formati standard, dalla sezione video ho selezionato alcuni formati anomali presenti sul NAS, ebbene è possibile vedere senza problemi un file immagine .iso di un DVD, oppure anche un RIP di un DVD in formato VIDEO_TS.IFO, non vi sembra fantastico ?

PS. Ho trovato solo alcuni file video con porblemi perché il raspberryPI3 non è in grado di gestire nativamente i file H265/HEVC a livello hardware ma kodi con un po di lavoro di CPU riesce a decodificarli, per il resto è tutto ok.

Buon divertimento 😉

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.