Last news from RaiNix

Mentre il genere umano viaggia spedito verso l’autodistruzione c’è ancora chi pensa ai pochi utenti linux che vogliono vedersi la RAI da bash.

Le novità arrivano con una nuova versione di RaiNix (2.7) e un nuovo script RaiMovie che permette di accedere all’archivio RAI.

Download “RaiNix 2.7 (25/06/2017) codename : Mistero Buffo” RaiNixV2.txt – Scaricato 1242 volte – 28 KB

Download “RaiMovie” RaiMovie.txt – Scaricato 13 volte – 10 KB

Molte le novità da scoprire, come il nuovo pulsante che permette la registrazione.

Leggi tutto “Last news from RaiNix”

Video sorveglianza home made

Dopo che mi hanno regalato una webcam di poco valore, una D-link DCS-930LB1 ( Wired 10/100 Fast Ethernet or a wireless 802.11g/n wireless network)ho deciso di provarla per dei piccoli test di video sorveglianza, in aiuto è subito venuto il NAS per lo storage delle immagini/video generati dal rilevamento di movimento, successivamente è entrato in scena il raspberryPI B+ per diversi motivi legati alla riservatezza, la connessione WLAN locale non ha una gran velocità e limita le prove (802.11g Compliance Speed Up to 54 Mbps).

Per prima cosa si collega la webcam alla rete con cavo (eth) per configurarla, collegandosi alla webcam attraverso una pagina web da browser, una volta configurato il wifi integrato si potrà piazzare per la casa in modo libero perché basta solo una presa della corrente.

Dopo averla sistemata a dovere e resa operativa, dall’interfaccia web si possono configurare molte cose ed in pratica è già pronta per l’uso, durante i primi test ho generato sul NAS un’utente dedicato con uno spazio ben definito di circa 100 MB per non farmi sfuggire il controllo di registrazioni impazzite e ho impostato il salvataggio dei file attraverso FTP in locale, il flusso video in streaming è buono considerando che non si può ottenere un FPS alto dall’oggetto in questione, qualche difetto sulla qualità dei video è normale, ma tutto sommato non è male.

Da qui abbiamo accesso alle principali configurazioni sulle dimensioni e qualità delle immagini o ottimizzare la rilevazione di movimento con sensibilità e una maschera editabile, possiamo anche aggiornare il firmware, in pratica da qualsiasi apparecchio in LAN è possibile sia visualizzare che controllare la camera.

Per viasualizzare i file salvati basta accedere al NAS in rete.

Per un accesso dall’esterno ho preferito usare un tunnel SSH proxyficando il browser per l’acceso alla web page, mentre per visualizzare immagini e video salvati si proxyfica samba su android, winscp su win e sshfs e fuse su linux.

Per non accontentarsi abbiamo eseguito i test con mydlink / motion / motioneye.

Leggi tutto “Video sorveglianza home made”

bash colorata

Da tempo avevo notato che la bash di Raspbian era colorata rispetto quella che avevo a disposizione sul server, la Raspbian era più recente e veniva da un’installazione del 2012 con un’opzione già abilitata, mentre sul server la vecchia installazione nasceva da una Lenny quando ancora era in testing e nel tempo si era persa qualcosa durante gli aggiornamenti.

Aprire il file .bashrc dell’utente desiderato e decommentare :

# uncomment for a colored prompt, if the terminal has the capability; turned
# off by default to not distract the user: the focus in a terminal window
# should be on the output of commands, not on the prompt
force_color_prompt=yes

Per rendere efettive le modifiche aprire un nuovo terminale oppure:

$ source ~/.bashrc

Se non avete l’opzione disponibile, allora occorre inserire la parte completa.

Leggi tutto “bash colorata”

rtorrent e magnet link

Ultimamente parecchi link .torrent stanno scomparendo e molti server di torrent stanno cambiando pelle.

Come al solito la battaglia contro il P2P e delegata a un branco di decerebrati che pensa che chiudendo un buco si risolva la cosa, mentre se ne aprono 2.

Evidentemente dalla storia non hanno capito una mazza, basti pensare a Napster.

dragonDato che abbiamo rtorrent installato sul raspberryPI a questo punto occorre fargli prendere i magnet link.

Con un semplice script risolviamo la cosa.

Leggi tutto “rtorrent e magnet link”

Radicale – calendario con calDAV, rubrica con cardDAV condivisa sul server

Avevo bisogno in ufficio di gestire il calendario di 4 utenti, webcalendar comincia a mostrare segni di vecchiaia perchè non è aggiornato da febbraio 2013 e richiede apache2 e mysql, in più è pure un pò macchinoso.

Il server in ditta si trova in una rete locale dove tutte le porte, eccetto quelle base per la comunicazione con l’esterno, sono bloccate, così mi sono potuto muovere con maggiore sicurezza nei permessi.

Ho provato radicale integrandolo a lightining di thunderbird e la cosa è piaciuta a tutti, agli utenti che si sono trovati un calendario dinamico pratico e comodamente gestibile e pure all’admin che installando 2 pacchetti nei repository in pochi passaggi si è trovato sul server un calendario facilmente integrabile a molti programmi che consuma poche risorse e si configura in 15 minuti.

vediamo ora come par partire sto benedetto calendario.

Leggi tutto “Radicale – calendario con calDAV, rubrica con cardDAV condivisa sul server”