Unstoppable RaiNix V3.0.0

Sono lieto di annnunciare il nuovo rilascio di RaiNix V3.

Per gli amanti di Linux & bash , ecco la nuova versione aggiornata del mitico script che permette di usufruire dei servizi offerti da RAI sulla propria postazione.

Download “RaiNix 3.0.0 (21/05/2019)” RaiNixV3.7z – Scaricato 625 volte – 10 KB

Attenzione perché il fantastico script è utilizzabile su altri OS

  • Windows 10 64 bit
  • Apple MacOS
  • FreeBSD e derivate

Quindi ora non avete più scuse per non poterlo utilizzare, maggiori info nel sito di Paolo Di Stefano.

Se avete problemi nel funzionamento postate un commento anche qui se volete, dai miei test funziona su debian stable sia a 32 che a 64.

NB La nuova funzione search !!!

Leggi tutto “Unstoppable RaiNix V3.0.0”

Debian Stretch apache2.4 and php7.3 with mpm-event e php7.3-fpm

Debian Stretch come server locale per uso casalingo va benissimo ma spesso ci si trova ad affrontare situazione dove si è obsoleti, questo mi è accaduto con php che in debian era fermo alla versione 5.6 mentre da bacports poteva arrivare alla 7.0, alcune web-app chiedevano un upgrade così mi spingo avanti e provo a passare a php7.3.

Nel corso dell’operazione che ho in ballo da alcuni mesi ho aggiunto un passaggio, ho portato apache2.4 dall’usare invece di mpm-prefork (vecchio default che non supportava più HTTP2) con php7.3, a una verione di mpm ( Multi-Processing Module ) diversa che già da Jessie viene usata come default in una nuova installazione di apache2, questa è mpm-event che abbinanto a php7.3-fpm sembra essere un ottima in coppia.

Leggi tutto “Debian Stretch apache2.4 and php7.3 with mpm-event e php7.3-fpm”

Video sorveglianza home made

articolo aggiornato con gli sviluppi di motioneye

vedi : video sorveglianza home made 2

Dopo che mi hanno regalato una webcam di poco valore, una D-link DCS-930LB1 ( Wired 10/100 Fast Ethernet or a wireless 802.11g/n wireless network)ho deciso di provarla per dei piccoli test di video sorveglianza, in aiuto è subito venuto il NAS per lo storage delle immagini/video generati dal rilevamento di movimento, successivamente è entrato in scena il raspberryPI B+ per diversi motivi legati alla riservatezza, la connessione WLAN locale non ha una gran velocità e limita le prove (802.11g Compliance Speed Up to 54 Mbps).

Per prima cosa si collega la webcam alla rete con cavo (eth) per configurarla, collegandosi alla webcam attraverso una pagina web da browser, una volta configurato il wifi integrato si potrà piazzare per la casa in modo libero perché basta solo una presa della corrente.

Dopo averla sistemata a dovere e resa operativa, dall’interfaccia web si possono configurare molte cose ed in pratica è già pronta per l’uso, durante i primi test ho generato sul NAS un’utente dedicato con uno spazio ben definito di circa 100 MB per non farmi sfuggire il controllo di registrazioni impazzite e ho impostato il salvataggio dei file attraverso FTP in locale, il flusso video in streaming è buono considerando che non si può ottenere un FPS alto dall’oggetto in questione, qualche difetto sulla qualità dei video è normale, ma tutto sommato non è male.

Da qui abbiamo accesso alle principali configurazioni sulle dimensioni e qualità delle immagini o ottimizzare la rilevazione di movimento con sensibilità e una maschera editabile, possiamo anche aggiornare il firmware, in pratica da qualsiasi apparecchio in LAN è possibile sia visualizzare che controllare la camera.

Per viasualizzare i file salvati basta accedere al NAS in rete.

Per un accesso dall’esterno ho preferito usare un tunnel SSH proxyficando il browser per l’acceso alla web page, mentre per visualizzare immagini e video salvati si proxyfica samba su android, winscp su win e sshfs e fuse su linux.

Per non accontentarsi abbiamo eseguito i test con mydlink / motion / motioneye.

Leggi tutto “Video sorveglianza home made”

transparent conky in KDE/Plasma 5

Da tempo ho sul desktop qualcosa che mi parla della mia macchina, ma da quando superkaramba è stati rimosso da testing/stretch mi sono dovuto arrangiare.

Il vecchio conky che avevo con file lua no nne voleva sapere di ripartire e allora son partito dal file di base di conky che era funzionate a cui ho apportato le dovute modifiche.

All’inizio son partito mettendo insieme le cose essenziali poi ho lasciato il tuning e il gigiamento (colori,caratteri e grafica) a un dopo che non è mai arrivato.

tanica1

Non è un granchè ma sicuramente una base da cui poter partire, visto che per mettere le trasparenze ho imprecato un pochetto.

A seguire il file di configurazione

Leggi tutto “transparent conky in KDE/Plasma 5”

Systemd kill my detached tmux session

Ricordo ancora le parole del mio maestro di Linux : “il PC sicuro è il PC spento”

Su questo filo sottile hanno danzato illustrissime menti del nostro secolo per portare a uccidere una sessione di tmux quando si termina una sessione SSH.

Visto l’utilizzo del raspberry PI unicamente attraverso una sessione SSH, senza poter mantenere alcuni processi attivi all’interno di una sessione tmux, direi che potrei usarlo come portacenere.

Ma per chi vuole ostinarsi ad avere una macchina insicura una soluzione c’è !!!

rasp02

 

a seguire

Leggi tutto “Systemd kill my detached tmux session”