S3 GT-I9300 (int)+ cyanogenmod 13 + boeffla kernel

Non ho mai cambiato telefono per sfizio, ma solitamente aspettavo il temine della loro vita, il mio Nokia N73 dopo un cambio di batteria mostrava i segni del tempo ed ero tra i pochi che non aveva ancora uno smat-coso.

Era già uscito l’S4 e nell’aria c’era l’arrivo del nuovo e più potente S5, ma non avendo grosse esigenze e con pochi fondi ho preferito acquistare un nuovo S3 che nell’ottobre 2013 ho pagato 279 €.

Ad un primo approcio non mi è sembrato male ma mancava qualcosa, così per cominciare è stato subito “rootato”, ha retto per parecchio tempo fino a che la lentezza accumulata mi ha portato a un gesto estremo che all’idea di doverlo cambiare associata al rischio “brick” mi ha portato ad avventurami in quello che poi si è rivelata la miglior cosa che potessi fare.

A volte la paura di rendere il telefono inutilizzabile frena, ma la semplicità e la sicurezza delle operazioni da svolgere ti fa pensare “perché non l’ho fatto prima?”

 

Leggi tutto “S3 GT-I9300 (int)+ cyanogenmod 13 + boeffla kernel”

Radicale – calendario con calDAV, rubrica con cardDAV condivisa sul server

Avevo bisogno in ufficio di gestire il calendario di 4 utenti, webcalendar comincia a mostrare segni di vecchiaia perchè non è aggiornato da febbraio 2013 e richiede apache2 e mysql, in più è pure un pò macchinoso.

Il server in ditta si trova in una rete locale dove tutte le porte, eccetto quelle base per la comunicazione con l’esterno, sono bloccate, così mi sono potuto muovere con maggiore sicurezza nei permessi.

Ho provato radicale integrandolo a lightining di thunderbird e la cosa è piaciuta a tutti, agli utenti che si sono trovati un calendario dinamico pratico e comodamente gestibile e pure all’admin che installando 2 pacchetti nei repository in pochi passaggi si è trovato sul server un calendario facilmente integrabile a molti programmi che consuma poche risorse e si configura in 15 minuti.

vediamo ora come par partire sto benedetto calendario.

Leggi tutto “Radicale – calendario con calDAV, rubrica con cardDAV condivisa sul server”

Life in SSH (Secure Shell)

Provo a mettere insieme alcuni appunti che nel tempo si sono ammucchiati nel cassetto, cercando di mantenere un ‘ordine logico nei passi.

Le solite cose che si trovano in rete, però in questo caso affiancate alla mia esperienza di utilizzo pratico.

Da tempo per la gestione del raspberryPI e del server a distanza mi sono affidato a SSH, e le possibili soluzioni che si appoggiano (vedi immagine sotto) sono diverse, così vediamo di affrontarne alcune tra le più interessanti che ho potuto sperimentare di persona.

Per i test come server abbiamo

  • Debian Jessie (da poco aggiornata) come server

Un vecchio AtlhonXP1700 con 2GB di ram e 2 dischi ATA in RAID1 con mdadm , (la sua storia è sparsa nel blog), abbiamo a disposizione apache2, mysql e php lato web , poi è pure relay server di posta, scarica con fetchmail e finisce in IMAP locale.

  • RaspberryPI

Un giocattolino con 512MB di ram, una SD da 8GB più una chiavetta USB come storage data con rullante Raspbian Jessie minimalizzata senza X (just only SSH), c’è apache2 (colpa di rtorrent-gui) e postfix per le mail di sistema (anche di questo la storia è sul blog)

Per le connessioni abbiamo 3 distinte categorie

  1. PC fisso o portatile, con win  o una distro GNU/Linux (meglio se Debian)
  2. Tablet 10.1 con android 4.2 (simply rooted)
  3. Smartphone Galaxy S3 (simply rooted)

L’elenco degli obiettivi :

  • configurazione del server SSH
  • configurazione client SSH
  • sshfs (kill FTP)
  • browser proxificato
  • IMAP in tunnel

ass

Dopo esserci lavati le mani passiamo al lavoro.

Leggi tutto “Life in SSH (Secure Shell)”