vnstati – la rete in una immagine

Delle varie macchine che ho attive mi piace vedere il traffico giornaliero sulla scheda di rete, così da diverso tempo uso vnstat di cui in passato avevo già parlato, ma non sempre l’accesso via shell è comodo, così ho pensato di usare vnstati, che appoggiandosi a vnstat genera un’ immagine.

Il pacchetto è disponibile sia per debian che raspbian, ed è molto semplice da usare.

Qui un esempio con raspberry PI3 per video sorveglianza con motioneye .

Cerchiamo ora di rendere la cosa più fruibile e interessante.

Leggi tutto “vnstati – la rete in una immagine”

mount cifs : mount error(112): Host is down

Il NAS è sempre acceso e pronto, spesso quando ho bisogno di alcuni file in rete li sposto/copio da dove mi trovo e li rendo disponibili in LAN.

Non ho avuto alcun problema sia da win7 che da Stretch, i file manager riescono a gestire le operazioni di lettura e scrittura senza alcun particolare accorgimento, l’unico che recentemene si è inceppato è il mount da shell che uso sul RaspberryPI.

puppa@raspberrypi ~ $ sudo mount -t cifs -o username=xxx,password=xxx,gid=1000,uid=1000,sec=ntlm //xxx.xx.x.xxx/my_dir/ /media/nas
mount error(112): Host is down
Refer to the mount.cifs(8) manual page (e.g. man mount.cifs)

Mi muovo in modo pigro e rimando al giorno successivo la ricerca di una soluzione, non ho fretta in questo momento, ma la soluzione  arriva prima che cominci a cercarla.

Leggi tutto “mount cifs : mount error(112): Host is down”

RaiPlay in a bash con RaiMovie

Mea Culpa, questo aggiornamento esce in ritardo !

Mentre su RaiPlay (accesso con login dopo registrazione) l’archivio si aricchisce di nuovi titoli interessanti qualcuno in RAI pensa di rendere difficile la vita al raro utente *nix che ama il terminale.

Ma per questo c’è il nuovo script :

Download “RaiMovie” RaiMovie-1.txt – Scaricato 306 volte – 10 KB

Ora sarà possibile riprendere l’uso  di un servizio messo a disposizione per tutti quelli che pagano il canone.

Leggi tutto “RaiPlay in a bash con RaiMovie”

Improve SSH security with a new ssh key ed25519

Ogni anno mi piace cambiare le chiavi per accedere con SSH ai miei server, dopo che le chiavi a 1024 bit sono state deprecate e debian ha spostato a 2048 il default nella generazione di una nuova chiave, l’ultima volta avevo usato una rsa a 4096 ma ora ho voluto testare qualcosa di nuovo: ed25519.

Questo nuovo algoritmo di firma digitale con curva di Edwards promette una buona sicurezza e una maggior velocità.

Ed25519 signatures are elliptic-curve signatures, carefully engineered at several levels of design and implementation to achieve very high speeds without compromising security.

La nuova chiave ed25519 è disponibile da openssh 6.5 e già molte applicazioni la supportano, oltre alla openssl di debian anche connectbot per android e putty(kitty) su windows, così perché non provarla ?

Leggi tutto “Improve SSH security with a new ssh key ed25519”

bash colorata

Da tempo avevo notato che la bash di Raspbian era colorata rispetto quella che avevo a disposizione sul server, la Raspbian era più recente e veniva da un’installazione del 2012 con un’opzione già abilitata, mentre sul server la vecchia installazione nasceva da una Lenny quando ancora era in testing e nel tempo si era persa qualcosa durante gli aggiornamenti.

Aprire il file .bashrc dell’utente desiderato e decommentare :

# uncomment for a colored prompt, if the terminal has the capability; turned
# off by default to not distract the user: the focus in a terminal window
# should be on the output of commands, not on the prompt
force_color_prompt=yes

Per rendere efettive le modifiche aprire un nuovo terminale oppure:

$ source ~/.bashrc

Se non avete l’opzione disponibile, allora occorre inserire la parte completa.

Leggi tutto “bash colorata”