Creare server IRC in TOR network

  1. installare un server IRC
  2. client e configurazioni
  3. sicurezza: Limnoria un bot a guardia
  4. considerazioni finali

Client

Basta cercare in rete per trovare un client IRC che ci possa piacere, le proposte sono per diversi sistemi operativi e per Linux si possono trovare anche da shell oltre che con interfaccia grafica, inoltre alcuni server danno la possibilità di collegarsi da browser come ad esempio freenode.

Per collegarsi al server uso 2 client diversi, il primo è weechat installato e eseguito sulla stessa macchina dove c’è il server IRC (il raspberryPI), il secondo client è Pidgin eseguito su una live USB pronta per lavorare con TOR ( Tails ).

NOTA : una lista di comandi utili per gestire un canale con Chanserv

Weechat

Questo è il client che uso abitualmente, vive in perenne esecuzione sul RaspberryPI dove occupa una sua scheda in tmux e accedendo da ssh mi riesce facile connettermi con i miei dispositivi ovunque mi trovi.

L’interfaccia ncurses potrebbe subito non piacere ma dopo aver imparato i comandi e il binding necessario per sopravivere, sarà insostituibile.

Essendo già pronto pacchettizzato l’installazione è semplice:

#aptitude install weechat

Consiglio alcuni script (addons) molto utili, usate il comando /scripte il TAB per l’autocompletamento se avete difficoltà, altrimenti consultate la ricca documentazione ufficiale anche in italiano.

Di seguito quelli che uso abitualmente :

/script list -o
beep.pl 1.1, buffers.pl 5.6, chanmon.pl 2.5, highmon.pl 2.5
hl_here.pl 0.2, iset.pl 4.3, rslap.pl 1.3.1, buffer_autoset.py 1.1
cron.py 0.4, go.py 2.5, grep.py 0.8.1, otr.py 1.9.2
purgelogs.py 0.4, screen_away.py 0.15, TinyUrl.py 3.8
urlgrab.py 3.0

Impostiamo i dati per la connessione, in questo caso siamo in locale e usiamo 127.0.0.1 altrimenti da sostituire con il valore corretto dell’hidden service.

/server add secureserver 127.0.0.1/6697 -ssl

nel caso si passi da TOR è necessario aggiungere quanto sotto, altrimenti saltiamo questo passo:

/proxy add tor socks5 127.0.0.1 9050
/set irc.server.securserver.proxy "tor"

Per collegarsi al server

/connect secureserver

poi entraimo nel canale, se non esiste viene creato automaticamente

/join -server secureserver #yuppachan

Una volta dentro al canale possiamo registrare il nostro nick e successivamente registrare il canale a nostro nome (FAQ), per verificare che il server funzioni regolarmente:

/msg NickServ help
-NickServ- ***** NickServ Help *****
-NickServ- NickServ allows users to 'register' a nickname, and stop
-NickServ- others from using that nick. NickServ allows the owner of a
-NickServ- nickname to disconnect a user from the network that is using
-NickServ- their nickname.
-NickServ- If a registered nick is not used by the owner for 30 days,
-NickServ- NickServ will drop the nickname, allowing it to be reregistered.
-NickServ-  
-NickServ- For more information on a command, type:
-NickServ- /msg NickServ help <command>
-NickServ- For a verbose listing of all commands, type:
-NickServ- /msg NickServ help commands
-NickServ-  
-NickServ- The following commands are available:
-NickServ- GHOST           Reclaims use of a nickname.
-NickServ- GROUP           Adds a nickname to your account.
-NickServ- IDENTIFY        Identifies to services for a nickname.
-NickServ- INFO            Displays information on registrations.
-NickServ- LISTCHANS       Lists channels that you have access to.
-NickServ- REGISTER        Registers a nickname.
-NickServ- SENDPASS        Email registration passwords.
-NickServ- SET             Sets various control flags.
-NickServ- UNGROUP         Removes a nickname from your account.
-NickServ-  
-NickServ- Other commands: ACC, DROP, HELP, LISTGROUPS, LOGOUT, SETPASS, 
-NickServ-                 STATUS, TAXONOMY, VACATION, VERIFY
-NickServ- ***** End of Help *****
Pidgin

Il client IRC Pidgin si presenta con una interfaccia grafica e può apparire di più semplice utilizzo a un neofita, in questo caso lo eseguiamo dalla distribuzione Tails da USB con partizione persistente per salvare alcune configurazione come quella di Pidgin, dopo l’ avvio sarà già pronta all’utilizzo con TOR attivo e funzionante.

Di seguito alcune immagini sulla configurazione.

Creiamo un account e impostiamo nome utente e indirizzo del server (vedi hidden service).

Impostiamo la porta di comunicazione a 6697

Inseriamo i dati del proxy

 

A questo punto possiamo collegarci al server e non resta che entrare nel canale desiderato.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.