mount cifs : mount error(112): Host is down

Il NAS è sempre acceso e pronto, spesso quando ho bisogno di alcuni file in rete li sposto/copio da dove mi trovo e li rendo disponibili in LAN.

Non ho avuto alcun problema sia da win7 che da Stretch, i file manager riescono a gestire le operazioni di lettura e scrittura senza alcun particolare accorgimento, l’unico che recentemene si è inceppato è il mount da shell che uso sul RaspberryPI.

puppa@raspberrypi ~ $ sudo mount -t cifs -o username=xxx,password=xxx,gid=1000,uid=1000,sec=ntlm //xxx.xx.x.xxx/my_dir/ /media/nas
mount error(112): Host is down
Refer to the mount.cifs(8) manual page (e.g. man mount.cifs)

Mi muovo in modo pigro e rimando al giorno successivo la ricerca di una soluzione, non ho fretta in questo momento, ma la soluzione  arriva prima che cominci a cercarla.

Logwatch parla chiaro

1 Time(s): CIFS VFS: cifs_mount failed w/return code = -112
1 Time(s): No dialect specified on mount. Default has changed to a more secure dialect, SMB2.1 or later (e.g. SMB3), from CIFS (SMB1). 
To use the less secure SMB1 dialect to access old servers which do not support SMB3 (or SMB2.1) specify vers=1.0 on mount.

Le possibilità sono:

  • vers=1.0
  • vers=2.0
  • vers=3.0

Considerata l’ età del NAS l’ opzione corretta da inserire è  vers=1.0.

puppa@raspberrypi ~ $ sudo mount -t cifs -o username=xxx,password=xxx,gid=1000,uid=1000,sec=ntlm,vers=1.0 //xxx.xx.x.xxx/my_dir/ /media/nas

Ora possiamo tornare a lavorare.

 

 

Rispondi