Raismth v.4.0.0 beta test on iceweasel 21

Nei laboratori segreti dell’MM Team abbiamo avuto l’opportunità di testare la nuova versione del noto addon per firefox/iceweasel che permette di vedere i video accedendo al portale raitv.it senza l’uso di xxxlight.

Non sappiamo ancora la data del rilascio ufficiale ma possiamo dire con soddisfazione che la nuova versione funziona davvero bene.

Per l’occasione abbiamo preparato due macchine con Debian testing ‘Jessie’ , una con kernel 686 e l’altra amd64 , il browser utilizzato è iceweasel 21 prelevato da repository experimental.

suk3

Tra le diverse novità una nuova skin di utilizzo con diversi preset di pulsanti , rimosso anche l’odioso messaggio che segnala la mancanza del plugin corretto , una connessione più rapida ai canali e tanto altro ancora.

Sinceramente una bella sorpresa

In passato con le versioni precedenti avevo avuto  il problema , spostandomi in diverse sezioni del portale raitv.it ,che raismth non funzionava sempre , ora abbiamo provato a vedere pezzi di filamti interrompendoli prima della fine muovendoci tra rai dirette , rai replay e VOD (video on demand) senza alcun inceppamento.

Il pannello di configurazione ha una nuova veste

suk4

Dopo il rilascio sarà possibile avere maggiori informazioni sull’utilizzo , per ora in attesa della versione 4.0.0 ufficiale pazientate un poco.

 

be happy 🙂 be patient

 

5 risposte a “Raismth v.4.0.0 beta test on iceweasel 21”

  1. Ma serve anche dall’estero o devo sempre cercarmi un proxy italiota? Che palle…

  2. Per ora l’ho provato solo dall’ Italia, non penso però ci sia un proxy integrato.
    Sinceramente non so darti la risposta anche se il limite a te imposto mi pare non dipenda da questa estensione.

  3. Purtroppo per chi si trova all’estero Raismth non e’ un tool per scardinare i blocchi imposti dalla RAI (Geo Blocking e Registazione dei flussi) ma il tentativo di rendere fruibili la maggior parte dei contenuti del portale RAI.TV agli utenti Linux che altrimenti ne resterebbero esclusi.
    Questo ci ha permesso finora di continuare a mantenere l’addon senza avere noie legali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*